Lettera di un cittadino dell’Italianistan

Salve,
sono un cittadino dell´Italianistan. Vivo a Milano 2, in un palazzo costruito dal Presidente del Consiglio e lavoro a Milano, in una azienda di cui è azionista il Presidente del Consiglio.
Anche l´assicurazione dell’auto con cui mi reco a lavoro è del Presidente del Consiglio, come del Presidente del Consiglio è l´assicurazione che gestisce la mia previdenza integrativa.
Mi fermo tutte le mattine a comprare il giornale, di cui è proprietario il Presidente del Consiglio.
Quando devo andare in banca, vado in quella del Presidente del Consiglio.
Al pomeriggio, esco dal lavoro e vado a far spesa in un ipermercato del Presidente del Consiglio, dove compro prodotti realizzati da aziende partecipate dal Presidente del Consiglio.
Alla sera, se decido di andare al cinema, vado in una sala del circuito di proprietà del Presidente del Consiglio e guardo un film prodotto e distribuito da una società del Presidente del Consiglio
(questi film godono anche di finanziamenti pubblici elargiti dal governo presieduto dal Presidente del Consiglio).
Se invece la sera rimango a casa, spesso guardo la TV del Presidente del Consiglio, con decoder prodotto da società del Presidente del Consiglio, dove i film realizzati da società del Presidente del Consiglio sono continuamente interrotti da spot, realizzati dall’agenzia pubblicitaria del Presidente del Consiglio.
Soprattutto guardo i risultati delle partite, perché faccio il tifo per la squadra di cui il Presidente del Consiglio è proprietario.
Quando non guardo la TV del Presidente del Consiglio, guardo la RAI, i cui dirigenti sono stati nominati dai parlamentari che il Presidente del Consiglio ha fatto eleggere.
Se mi stufo navigo un po’ in internet, con il provider del Presidente del Consiglio.
Se non ho proprio voglia di TV o di navigare in internet, leggo un libro, la cui casa editrice è di proprietà del Presidente del Consiglio.
Naturalmente, come in tutti i paesi democratici e liberali, anche in Italianistan è il Presidente del Consiglio che predispone le leggi, che vengono approvate da un Parlamento dove molti dei deputati della maggioranza sono dipendenti ed avvocati del Presidente del Consiglio, … che governa nel mio esclusivo interesse.
Per fortuna!

Accogliamo l’iPad!

Discorso su MSN tra me e un puccirogue a caso (image by Iria2k).

ipad_iria

<Desher> spe spe
<Desher> vedrai
<Desher> ti stupisco!
<Desher> può agilmente sostituire cartellettame vario, come in ospedale o cose simili
<Desher> o ci si puo ficcare dentro il librame degli studenti a scuola!
<Desher> sono un genio!
<Desher> D:
<Desher> ..beh… mi rendo conto che è poco. ok, però lo sforzo io l’ho fatto
<Marco> pero` hai ragione
<Marco> pensa alla sanita`!!!! invece di avere un COSTOSISSIMO foglio di carta per paziente da 1 centesimo di euro potranno usare un ECONOMICISSIMO iPad da 500euro!
<Marco> inoltre, le case editrici di libri per ragazzi, invece di guadagnarci sui contenuti dei libri e sul prezzo della carta, saranno BEN LIETE DI TAGLIARE I LORO GUADAGNI, evitando la carta.
<Desher> dstruggi completamente i miei sogni ;_;
<Desher> e poi dobbiamo smetterla di tagliare alberi ;_;
<Marco> GIUSTO!
<Desher> e Steve lo sa ;_;
<Marco> evitiamo di tagliare gli alberi
<Marco> ma usiamo 500litri di acqua per ogni iPad
<Marco> USIAMO la batteria piena di agenti chimici
<Marco> CARICHIAMO la batteria con corrente prodotta con il carbone
<Desher> e no!
<Desher> E NO!
<Marco> invece di usare un PERENNE foglio di carta
<Desher> NON ACCETTO CRITICHE SU QUESTO!
<Desher> E’ COMPLETAMENTE
<Desher> COM-PLE-TA-MEN-TE
<Desher> RICICLABILE!
<Marco> sono d’accordo
<Desher> NON FERIRMI COSI’!
<Marco> ma fallo funzionare quel catorcio
<Desher> ;_;
<Marco> la batteria e` CHIMICA
<Desher> non possiamo avere tutto ;_;
<Marco> la corrente e` CARBONE
<Marco> e anche il foglio di carta e` completamente RI-CI-CLA-BI-LE
<Desher> ..distruggi i mie isogni…forse anche quelli di steve..
<Marco> e poi
<Marco> metti caso che ti cade per terra!!! Cosa succede ad un foglio che cade?
<Marco> da un palazzo di 15 piani?
<Marco> cosa succede ad un iPad che ti cade dalla scrivania per terra?
<Desher> ok
<Desher> ok
<Desher> penso ad altro
<Desher> ..e ho gia un’altra opzione
<Desher> …
<Desher> ..ok
<Desher> ce l’ho
<Desher> sostituiamo i computer dibordo delle automobili con un ipad
<Desher> AH!
<Desher> e qui vinco a mani basse
<Marco> cosi` ciucci piu` benzina!
<Desher> è geniale
<Desher> D:
<Marco> ah no i computer di bordo…
<Desher> NO! ha un sacco di autonomia!
<Marco> beh certo, INSTALLACI I SOFTWARE DELLE CASE!!!
<Desher> SI!
<Desher> aspetta
<Desher> aspe.
<Desher> ce l’ha il gps quel coso?
<Marco> E se, per esempio, BMW si incazza con Apple e apple rimuove il software?
<Marco> tu cosa hai? Un ottimo modo per riempire il garage?
<Desher> se non ha il gps ho buttato una bella idea.
<Marco> non tutti hanno il GPS
<Desher> se ce l’ha l’ipad il problema è risolto
<Desher> fa anche da navigatore
<Marco> l’ipad modello 3g dovrebbe avere il GPS
<Marco> pero`… OTTOCENTO EURO per un tomtom?
<Desher> vuoi mettere lo stile della tua mbw con un ipad nel cruscotto?
<Marco> a fronte di un TOMTOM vero che vede anche i DivX?
<Desher> senti
<Marco> certo, figatissima
<Desher> io mi sto sforzando! dovresti collaborare!
<Marco> tu dovrai smanettare su un iPad mentre sei a 300km/ora in autostrada
<Marco> e intanto stai cercando di “tappare” quella piccola icona
<Marco> mentre fai un maxitamponamento

Grazie a Gloria e al casuale puccirogue per l’ispirazione